Regione, approvata all'unanimità risoluzione M5S per PMI ed attività commerciali del Cratere

Riccardo Mercante - Risoluzione M5S approvata all'unanimità
Categoria: Rassegna stampa / Tag:
06/04/2017 20:11:14

MERCANTE: “Provvedimento fondamentale per il rilancio dei territori devastati dal terremoto e dal maltempo”.

L’Aquila – “Una boccata d’ossigeno fondamentale quella che potranno ricevere le PMI e le attività commerciali del cratere grazie all’approvazione unanime, quest’oggi, della risoluzione del MoVimento 5 Stelle diretta a sospendere le passività a breve nei confronti del sistema bancario tramite un accordo con l’ABI”. Questo il commento del Capogruppo del  M5S in Regione Riccardo Mercante, al termine della seduta odierna della prima Commissione consiliare, che ha così proseguito: “Si tratta di un provvedimento essenziale per  l’Abruzzo e per tutti quei territori che, nei mesi scorsi, sono stati messi a dura prova dal maltempo e dal terremoto. Non a caso l’importanza del provvedimento è stata riconosciuta dal Presidente della Commissione Di Nicola, dall’Assessore delegato Lolli e da tutti i Commissari.

I danni subiti dalle aziende, infatti, sono innumerevoli, sia in termini di danneggiamenti alle strutture che di rallentamenti della produzione e perdita di fatturato, ed hanno reso alle stesse molto difficile poter far fronte, nell’immediato, a scadenze e pagamenti.

Proprio per questo – ha spiegato Mercante – ho ritenuto necessaria l’adozione, da parte della Regione, di una misura ulteriore rispetto a quelle che sono, in questi giorni, allo studio in Parlamento con la conversione del cd. Decreto terremoto III, perché se è vero che gli interventi previsti a livello nazionale sono importantissimi è altrettanto vero che se non si riuscisse a garantire la stretta sopravvivenza delle nostre imprese si finirebbe con il vanificare ogni possibilità di intervento futuro. La priorità è quella di agire all’istante sollevando le aziende da impegni cui non sono in grado di far fronte nell’immediato e che potrebbero, conseguentemente, costringerle alla chiusura od alla delocalizzazione delle unità produttive, con grave nocumento per l’intera filiera e per tutta l’economia abruzzese.

Un risultato, quindi, fondamentale per la nostra Regione –  ha concluso Mercante- e per tutti quei territori e quei cittadini che hanno dovuto fronteggiare un’emergenza senza precedenti e che avranno, in questo modo, finalmente, l’opportunità di ripartire”. 

Articolo originale su ilfaro24.it